Sono moltissime le richieste di assistenza pervenute ai nostri sportelli MDC Lazio per richiedere il rimborso della quota TARI pagata in eccesso. Ancora è molta la confusione su chi ne abbia diritto e come fare per ottenerlo. Ecco di seguito come fare a capirlo in pochissimi passaggi:

  1.  Se possedete pertinenze esterne, prendete le ricevute di pagamento della TARI (bollettini o  F24) e verificate se nella parte del dettaglio delle somme è presente la quota variabile e la quota fissa. In questa sezione sono solitamente indicati i dati catastali, la superficie assoggettata alla tassazione, il numero di occupanti dell’immobile, le due quote, fissa e variabile. Se la bolletta non dovesse esplicitare tale ultima distinzione, rivolgetevi subito allo sportello MDC più vicino a casa vostra.
  2. Se nel dettaglio somme vedete che la quota variabile è stata applicata anche al garage, alla cantina, alla soffitta, avete diritto al rimborso TARI.

Vediamo ora come richiedere il rimborso TARI sulle quote pagate in eccesso:

  1.  Raccogliere tutta la documentazione comprovante il pagamento della bolletta dal 2014 ad oggi.
  2. Verificare a chi va presentata l’istanza di rimborso, che dal 2014 ad oggi potrebbe essere passata da un gestore privato ad un altro.
  3. Redigere il testo della domanda, da inviare tramite raccomandata a/r, indicando il calcolo delle somme in eccesso e richiamando la risposta del Governo in data 18 ottobre 2017 all’interrogazione parlamentare n. 5-10764 del deputato Giuseppe L’Abbate e dando il consenso al trattamento dei propri dati personali per l’istruttoria e la verifica di quanto richiesto, ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. n. 196/2003 e ss. mm.
  4. Se dopo 90 giorni non si ottiene risposta, o se, invece, l’ente respinge la vostra richiesta, bisognerà presentare ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale (entro 60 giorni nel secondo caso).

L’associazione MDC Lazio può fornire la dovuta assistenza sia nella fase di invio della richiesta, per aiutare il cittadino nel calcolo della quota in eccesso, sia nelle fasi successive all’invio dell’istanza stessa. Clicca qui per fissare un appuntamento o chiama il numero 06/3207909

Commenti chiusi.