Come ogni anno, ascoltiamo purtroppo la solita nenia che vede protagoniste le tasche degli italiani. E ovviamente sempre in senso negativo. Nel 2018 tocca a luce, gas, carburanti, servizi bancari e pedaggi autostradali. Proprio quest’ultimi coinvolgeranno in maniera più consistente i cittadini laziali e abruzzesi poichè l’aumento del pedaggio della Strada dei Parchi è del 12,89%, a fronte di una media nazionale del 2,7%.

“Questo rincaro andrà a colpire soprattutto le migliaia di cittadini residenti nell’hinterland di Roma o anche in Abruzzo che quotidianamente utilizza questa autostrada per recarsi a lavoro e non certo per fare una gita turistica, – commenta Livia Zollo, presidente MDC Lazio-. Siamo di fronte un vero e proprio salasso. Ad esempio, ad un cittadino residente ad Avezzano ma che lavora a Roma, ciò costerà circa 13 euro in più al mese, mentre per chi risiede all’Aquila la stangata sarà di ben 33 euro in più”.

MDC Lazio auspica che nel prossimo confronto richiesto dal Governatore Zingaretti con il Ministero dei Trasporti si possa trovare una giusta soluzione a questa assurda questione.