Il primo bilancio di questo quadrimestre d’attività si può definire positivo: oltre il 50% della totalità dei casi sottoposti agli operatori è stato chiuso infatti dando una soluzione utile all’utente.

“Il quadro delineato dai dati, sebbene parziali, ci fa capire come gli utenti, una volta venuti a conoscenza di uno spazio a loro dedicato, siano invogliati ad esporre i propri problemi con banche o società erogatrici di servizi. L’ubicazione degli sportelli nei Centri per l’impiego ha certamente agevolato le richieste su lavoro. Ma abbiamo notato come le persone, spinte dal bisogno di chiedere notizie sull’indennità di disoccupazione o sulla procedura di mobilità, siano poi interessate a risolvere altri temi inerenti le bollette di luce e acqua o il cambio dell’operatore telefonico – commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale CODICI -. Siamo certi che una maggiore pubblicità degli sportelli e la conoscenza dei servizi che sono in grado di offrire possano essere delle risorse da sfruttare per rendere gli utenti consapevoli dei loro consumi. In particolare in vista del cambiamento atteso per il 2018 in base all’ultimo provvedimento deciso dal governo Renzi. Con la cancellazione del mercato tutelato dell’energia i consumatori saranno chiamati a districarsi ancora di più nella giungla di contratti e offerte. Le associazioni dei consumatori, con l’aiuto delle istituzioni, vogliono svolgere un ruolo di supporto continuando nell’attività di informazione e tutela degli sportelli”.

 “In pochi mesi e’ emersa da parte dei cittadini la grande necessità di punti di riferimento certi per la gestione dei i disservizi che solo le associazioni di consumatori sono in grado di poter dare. Il nostro impegno nell’intensificare ed estendere l’attività di informazione ed educazione al consumo, anche sul tema del sovraindebitamento che tocca in particolare i disoccupati che negli sportelli cercato impiego, diventa fondamentale per aumentare il livello di consapevolezza delle fasce deboli della cittadinanza”, dichiara Livia Zollo Presidente Movimento Difesa del Cittadino Lazio.

foto con prov roma

23 aprile 2015

Facebook
Google+
http://www.mdclazio.it/mdc-lazio-e-roma-citta-metropolitana-primo-bilancio-degli-sportelli-dei-consumatori-e-il-lavoro-al-primo-posto-delle-richieste">
LinkedIn